La manutenzione… del musicista

Questo primo post vorrei dedicarlo ad un argomento che ritengo molto importante: la cura del musicista. Mi capita sempre più spesso di incontrare chitarristi professionisti che soffrono di patologie dovute alla postura, e mi sono reso conto che sono in pochissimi a ritenere il “suonare” un lavoro usurante per il fisico. Come spesso accade la prevenzione è la miglior cura, e le 15 regole che trovate qui sotto, e che troverete anche in altri blog, servono proprio a questo; mi sono state suggerite dalla fisiatra Dott.sa Rosa Maria Converti, del centro Don Gnocchi di Milano, specializzata nella cura del musicista, quindi informiamoci e… preveniamo.

  1. Praticare un riscaldamento ed un allungamento muscolare mirato e globale prima di suonare
  2. Eseguire un riscaldamento progressivo allo strumento
  3. Evitare lunghi periodi di esecuzione (circa 40 – 50 min.) ed effettuare pause di 5 – 10 min. ogni ora
  4. Adottare posture corrette evitando posizioni non fisiologiche che generano compensazioni muscolari nefaste
  5. Assicurarsi un ambiente ergonomico adatto (sedia, illuminazione, leggio)
  6. Variare il repertorio e gli stili di musica suonati
  7. Ricorrere, se necessario, ad accorgimenti tecnici: accessori ergonomici e modificazioni dello strumento
  8. Praticare dello “stretching” al termine delle esecuzioni
  9. Evitare variazioni brutali dei ritmi di lavoro, come periodi di lavoro intenso prima di concerti o esami o come una ripresa eccessiva dopo un arresto prolungato
  10. Evitare dei lunghi periodi senza suonare, mantenere un’attività strumentale minima durante i periodi di riposo
  11. Mai suonare con dolore: il motto “no pain no gain” è FALSO
  12. Prendere coscienza del proprio corpo, cercando di eliminare le tensioni muscolari presenti
  13. Controllare lo stress, l’ansia, la fatica
  14. Fare attenzione al trasporto di oggetti pesanti e alle attività fisiche di una certa entità
  15. Nella vita quotidiana conformarsi alle regole generali di igene (alimentazione e idratazione corretta, sonno necessario, attività fisiche regolari) e se possibile evitare alcool e tabacco

Davide Mastrangelo

1 commento

Giovanni Bailo

Ottime considerazioni
conditio sine qua non per una buona prestazione è anche il benessere psico-fisico dell’esecutore. Come in tutto quel che riguarda la medicina, prevenire è meglio che curare!